News

Questa pagina contiene l'archivio delle principali notizie sul mondo di Ubuntu e sulle ultime iniziative della comunità italiana e internazionale. Abbonati al feed RSS.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.026

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 26/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Ubuntu 17.10 (Artful Aardvark) raggiungerà lo status di 'End of Life' il 19 luglio 2018
  • Prima analisi dei dati sugli utilizzatori di Ubuntu desktop
  • La newsletter va in vacanza
  • Iniziative di mezza estate in Veneto
  • CIMON, un assistente IA per astronauti che funziona con Ubuntu
  • Notizie dalla Documentazione Wiki
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

 

Prima analisi dei dati sugli utilizzatori di Ubuntu desktop

Categoria: 
Nel numero 2018.006 della Newsletter avevamo parlato dell'intenzione di Canonical di avviare una raccolta dati statistica sull'utilizzo di Ubuntu:
 
''Ubuntu nasce con lo scopo di essere semplice, adatto a tutti e per tutti. Per perfezionare un sistema di questo tipo Canonical inizierà una raccolta dati per sapere cosa fanno gli utenti con Ubuntu, su che tipo di hardware viene installato e quali sono i software più popolari. Quindi chi utilizza Ubuntu sarà spiato da Canonical? No, la privacy è garantita per tutti gli utenti. Oltre alla comunicazione preventiva di Canonical, durante l'installazione di Ubuntu sarà presente una casella di controllo per abilitare o disabilitare il servizio di raccolta dei dati.''
 
Da quel momento è stato progettato Ubuntu Report, uno strumento integrato nella procedura di configurazione iniziale di Ubuntu 18.04 LTS. Questo strumento permetterà a tutti gli utenti di decidere se inviare o meno le informazioni raccolte. Lo scopo di questa raccolta dati è conoscere le più tipiche configurazioni hardware, le traduzioni più importanti e sapere dove le persone usano Ubuntu nel mondo. 
Nel frattempo introduciamo alcuni risultati iniziali - i dati riguardano installazioni di Ubuntu desktop e non includono gli utenti che usufruiscono di Ubuntu Server - tra cui:
 
  • Durata dell'installazione - L'installazione media di Ubuntu Desktop richiede 18 minuti , mentre  macchine più potenti possono installare la distribuzione in meno di 8 minuti.
  • Ubuntu viene usato in tutto il mondo - I dati raccolti si basano sul fuso orario selezionato durante l'installazione e non sulla geo-codifica dell'indirizzo IP. La maggior parte degli utenti che utilizza Ubuntu si trova negli Stati Uniti, Brasile, India, Cina, Russia, Europa e ancora in tanti altri paesi!
  • Display - La risoluzione maggiormente utilizzata è la Full HD (1080p), seguita da 1366 x 768, una risoluzione classica dei laptop. Alcuni utenti usano più schede grafiche e questo potrebbe essere segno dell'estrazione di criptovalute o giochi. Un singolo monitor rimane di gran lunga la configurazione più comune.
  • Opzione di installazione  - Le opzioni di installazione mostrano come quasi tutti gli utenti scelgano di scaricare gli aggiornamenti software durante l'installazione, che più della metà delle installazioni include componenti aggiuntivi limitati e il 28% degli utenti seleziona l'accesso automatico. Un altro fatto curioso riguarda l'opzione di installazione minima introdotta di recente, che viene utilizzata dal 15% degli utenti.
 
e tanto altro ancora..!
Questo lavoro è programmato per essere completato durante il ciclo di sviluppo di Ubuntu 18.10 e nel mentre il team Web continuerà ad implementare i dati su un sito web pubblico, ricordando che i dati utilizzati sono sicuri e anonimi.
 
 

Ubuntu 17.10 (Artful Aardvark) raggiungerà lo status di 'End of Life' il 19 luglio 2018

Categoria: 

Dal suo lancio nell'ottobre 2004, Ubuntu è diventata una delle distribuzioni Linux più apprezzate e ha conquistato milioni di utenti in tutto il mondo. Uno degli aspetti più apprezzati di Ubuntu, oltre al fatto di essere software opensource, personalizzabile e modificabile, è l'attenzione posta da Canonical sulle politiche di sicurezza, di supporto e sulla cadenza dei rilasci.

 

Ubuntu ha annunciato la versione 17.10, detta anche Artful Aardvark, quasi 9 mesi fa, il 19 ottobre 2017. Come versione non LTS, la 17.10 ha una durata di supporto di 9 mesi e, in quanto tale, si sta avvicinando al termine del suo ciclo di vita che avverrà in data giovedì 19 luglio. Dopo tale scadenza, le Ubuntu Security Notices (note di sicurezza) di Ubuntu non includeranno più informazioni o pacchetti aggiornati per la versione 17.10.

 

Il percorso di aggiornamento consigliato per Ubuntu 17.10 è tramite il passaggio supportato a Ubuntu 18.04. Le istruzioni e i caveat per l'aggiornamento possono essere trovati nella wiki italiana alla pagina Installazione → Aggiornamento Bionic.

 

Ubuntu 18.04, trattandosi di una versione LTS(long-term support), continuerà a essere attivamente supportato, con aggiornamenti di sicurezza e correzioni di bug ad alto impatto, per i prossimi cinque anni. Consigliamo dunque a tutti gli utenti di Ubuntu 17.10 di effettuare l'upgrade a Ubuntu 18.04 LTS il prima possibile, così da mantenere un elevato livello di sicurezza sul proprio sistema e di beneficiare di tutte le novità che esso contiene.

 

Fonte: lists.ubuntu.com

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.025

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 25/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Full Circle Magazine Issue #134 in inglese
  • Atari VCS. Una nuova console per videogiochi basata su Ubuntu
  • LibreOffice Tirana Conference 2018
  • Notizie dalla Documentazione Wiki
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.024

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 24/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Canonical annuncia Ubuntu come container per Amazon EKS
  • Sondaggio Full Circle Magazine 2018 ancora in corso
  • Zenkit disponibile come Snap per gli utenti Linux
  • Linus Torvalds ha deciso che il mondo non è pronto per Linux 5.0
  • Notizie dalla Documentazione Wiki
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.023

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 23/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • KDE Plasma 5.13 è qui – Ed è incredibile!
  • Il videogioco strategico opensource 0 A.D. è disponibile anche come Snap
  • Il supporto per Linux 3.2 e 4.1 è finito
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.022

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 22/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Ubuntu 18.04.1 uscirà il 26 luglio, Ubuntu 16.04.5 il 2 agosto
  • Xfce. Disponibile la nuova versione di Thunar basata su GTK+ 3
  • Piani per il desktop Ubuntu 18.10
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.021

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 21/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • È tempo per un nuovo Ubuntu Technical Board. Al via le candidature
  • UbuCon Europe 2018 - Analisi di un sogno
  • Ubuntu MATE e Ubuntu Budgie perdono il supporto hardware a 32 bit
  • Ubuntu 18.10 includerà l'integrazione Android?
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2018.020

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 20/2018 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Full Circle Magazine Issue #133 in inglese
  • Canonical sta implementando un servizio di migrazione da VMware a Ubuntu OpenStack
  • Malware trovato su Ubuntu Store
  • La GNOME Foundation riceverà 1 milione di dollari nel corso dei prossimi due anni
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Ubuntu 18.10 si chiamerà Cosmic Cuttlefish, disponibili le daily build

Categoria: 
Il 26 aprile Canonical ha rilasciato l'attesissimo Ubuntu 18.04 LTS, nome in codice Bionic Beaver. Come è noto agli utenti la 18.04 ha dato anche inizio al lavoro sulla prossima versione, cioè la 18.10Il fondatore Mark Shuttleworth, sul suo blog ha annunciato quali saranno le novità, tra cui il nome della nuova release Cosmic Cuttlefish, la quale sarà presto conosciuta come Ubuntu 18.10. Saranno inoltre previste tantissime novità tra cui:
  • Gnome 3.30 - L'uscita di Gnome 3.30 è in programma per il 6 settembre 2018, quindi ci sono buone probabilità che Ubuntu 18.10 sia disponibile con la nuova versione di Gnome;
  • Linux kernel 5.0 - La prossima versione del kernel Linux potrebbe essere Linux 5.0. Lo stesso Linus Torvalds ha svelato la probabile uscita durante l'estate 2018;  Ciò significa che Ubuntu 18.10 potrebbe essere fornito con Linux 5.0 o versioni successive;
  • Nuovo tema e icone - Una delle principali funzionalità previste in Ubuntu 18.04 era il nuovo tema GTK. Tuttavia a causa di molti bug in sospeso che risultavano inefficienti per una versione di supporto a lungo termine, queste funzionalità sono state trasferite nella 18.10. Nel mentre se si vuole testare il nuovo tema GTK, è possibile leggere l'articolo presente nel numero 2018.010 della Newsletter;
  • Nessuna versione Alpha/Beta, nuove "Testing Weeks" - A partire da Ubuntu 18.10 Cosmic Cuttlefish, il team  desktop ha deciso di abbandonare le release Alpha e Beta che nel mentre saranno sostituiti da ''Testing Weeks'', organizzati da martedì a giovedì. Questa organizzazione serve per garantire migliori test e processi di risoluzione dei bug;
  • Compressione Zstd in impostazione predefinite - A causa della maggiore velocità di decompressione rispetto a Gzip e ad altri programmi di compressione dei dati, l'algoritmo di compressione Zstd di Facebook sta diventando popolare, e potrebbe essere presente nelle impostazioni predefinite di Ubuntu 18.10; 
  • Ubuntu Studio - Il team di Ubuntu Studio prevede effettuare cambiamenti radicali per la prossima versione;
  • Desktop LXQt predefinito in Lubuntu - Anche Lubuntu si sta preparando per grandi cambiamenti nella versione 18.10, infatti il team di sviluppo è intenzionato ad utilizzare LXQt come ambiente desktop predefinito
 
Inutile dire che la nuova versione uscirà ad Ottobre, quindi nel mentre aspettiamo che Canonical annunci ufficialmente una data di rilascio per Ubuntu 18.10 Cosmic Cuttlefish.
E' possibile però scaricare le immagini quotidiane di Ubuntu 18.10 da questo link, facendo attenzione che essendo una build alla fase iniziale, è consigliabile installarla su una macchina virtuale e non su macchine principali.
 
Fonte:
 

Pagine