News

Questa pagina contiene l'archivio delle principali notizie sul mondo di Ubuntu e sulle ultime iniziative della comunità italiana e internazionale. Abbonati al feed RSS.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2020.004

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 004/2020 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Come eseguire l'aggiornamento da Windows 7 a Ubuntu - Considerazioni su hardware e software
  • La presentazione del programma di installazione di Ubuntu ottiene un aggiornamento focale
  • Full Circle Magazine Issue #153 in inglese
  • Rilasciato LibreOffice 6.4 con nuove funzionalità!
  • Kernel Linux 5.5 rilasciato!
  • KDE Plasma 5.18 includerà uno strumento di report di sistema, rigorosamente opt-in
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Come eseguire l'aggiornamento da Windows 7 a Ubuntu - Considerazioni hardware e software

Categoria: 

Nel numero 002.2019 della newsletter insieme all'articolo di Rhys Davies intitolato Why you have upgrade to Ubuntu, si è discusso dei vari motivi del perché molti utenti in possesso di Windows 7 si trovino, data la fine del supporto di esso, in un limbo fatto di considerazioni e decisioni che dovranno prendere. Questo articolo - insieme a tanti altri che usciranno più avanti - avrà l'obbiettivo di aiutare gli utenti Windows a migrare dal loro vecchio sistema operativo a Ubuntu. Le prime considerazioni che andremo a fare saranno riguardanti i primi passaggi per la migrazione: relativi al software, all'hardware e al backup dei dati. Prima di iniziare, è importante chiarire e definire alcuni dei gerghi tecnici che utilizzeremo più avanti come:

  • Sistema operativo (Linux) - Con il termine Linux si intende una famiglia di sistemi operativi, quali Ubuntu, Debian, Fedora etc, aventi la caratteristica comune di utilizzare come nucleo il kernel linux;
  • Versione - Rinominata con un codice numerico 16.04 o 18.10, che indica YY.MM del rilascio e dal nome, per esempio: Ubuntu 18.04 si chiama Bionic Beaver;
  • Ambiente Grafico - Include desktop, barre degli strumenti, temi e altri elementi di stile. Gli ambienti desktop sono generalmente strettamente associati alla distribuzione, ad esempio Ubuntu utilizza l'ambiente desktop GNOME, mentre Kubuntu utilizza l'ambiente desktop Plasma.
La prima domanda che poniamo è: quale opzioni hanno gli utenti di Windows 7? Prima di tutto ricordiamo che a partire dal 14 gennaio 2020, il sistema operativo non è più supportato, a meno che non si stia pagando per un supporto esteso. Ricordiamo inoltre, che l'esecuzione di un sistema operativo che non riceve più aggiornamenti e patch di sicurezza può essere problematica in alcuni scenari per cui la soluzione può essere racchiusa in tre scenari:
  • Acquistare un nuovo computer - dove è preinstallato un sistema operativo supportato come Windows 10, macOS. Questa è probabilmente l'opzione meno invadente, soprattutto se si era già pianificato di cambiare l'hardware;
  • Eseguire l'upgrade a Windows 10 - questa sarà la scelta principale di un gran numero di utenti che potranno aggiornare il proprio sistema eseguendo Windows 10 Media Creation Tool, che aggiornerà la loro istanza di Windows 7 a Windows 10;
  • Eseguire l'upgrade a un'alternativa non Windows -  Questo significa Linux. I vari vantaggi di questi passaggi è che: la maggior parte delle distribuzioni Linux sono gratuite, non hanno condizioni di licenza, girano su qualsiasi tipo di hardware con l'unico compromesso che richiede l'apprendimento di nuovi termini e modelli di utilizzo, il che può essere piuttosto impegnativo ma nulla di impossibile.

Approfondiamo il terzo punto e il motivo del perché occorre considerare Ubuntu come alternativa a Windows 7, può esser fatto attraverso l'analogia con gli smartphone. Perché iPhone o perché Android? Entrambi i sistemi offrono alcuni vantaggi e svantaggi e soprattutto impongono anche i propri modi di fare le cose. Ma tutto dipenderà da ciò che meglio si adatta alle esigenze dell'utente. Infatti, Ubuntu è una delle principali distribuzioni Linux e open source, ed è sviluppata e supportata da Canonical e viene fornito con un ricco ecosistema di software come ad esempio: Firefox, Chrome, Skype, Steam, Spotify, VLC e tanto altro. È un sistema robusto e sicuro, ha un modello di rilascio semestrale (aprile e ottobre, da cui i numeri di versione 18.04, 19.10) mentre ogni due anni, ad aprile, viene rilasciata una nuova versione LTS (Long Term Release Support), che viene fornita con cinque anni di aggiornamenti e correzioni di sicurezza. La prossima versione LTS uscirà ad aprile 2020. Parallelamente, è importante menzionare anche i motivi per cui uno potrebbe non essere in grado di migrare su Ubuntu o qualsiasi altro tipo di distribuzione Linux, per esempio:

  • Richiedono software specifici che non sono disponibili su Ubuntu. Proprio come le differenze nelle applicazioni tra dispositivi mobili (iOS e Android), così come per Windows e Ubuntu. Queste differenze come ben tutti sanno sono dovute al fatto che Windows è il desktop più popolare al mondo (all'incirca l'85% di utilizzo totale). Anche se, oggigiorno sono presenti comunque software equivalenti, per chi fa grafica su Windows editerà le proprie immagini con Photoshop, mentre chi lavora con Linux, con GIMP e cosi via. In questo caso si potrà parlare come abbiamo detto prima di "esigenze dell'utente" o anche di "abitudini";
  • What a hassle che tradotto in italiano significherebbe che seccatura, riguarderebbe il tempo necessario per apprendere un nuovo modello di utilizzo, dirottando cosi l'utente a continuare a utilizzare un desktop Windows. Per tali utenti, la migrazione potrebbe essere un'esperienza frustrante;
  • Conoscenze tecniche necessarie per installare e configurare un sistema operativo da soli. Di questi tempi credo che ciò sia solo una scusa nel non voler perdere tempo nel fare una cosa. Basti vedere la quantità di articolo presenti nel sito ufficiale Ubuntu-it, o in giro per internet. In casi estremi si può risolvere il tutto con l'acquisto di un nuovo computer con Ubuntu preinstallato.
Il passo successivo è il backup dei proprio dati, perché in generale nel nostro dispositivo abbiamo prevalentemente due tipi di dati: i primi sono i nostri file personali come foto, video, documenti mentre i secondi sono le impostazioni dell'applicazione, tipo i segnalibri nei rispettivi browser web, temi, sfondi e altri componenti. Su Windows 7, i dati personali possono risiedere ovunque sul disco, ad esempio nelle cartelle predefinite come Documenti, Immagini, oppure potresti avere una cartella personalizzata come C:\ o anche memorizzarli su un'unità separata, come D:\. Detto questo, è possibile scegliere che tipo di backup effettuare se:
  • Backup locale -  crea una copia dei tuoi dati su un altro disco rigido. Preferibilmente su un'unità esterna che è possibile rimuovere, in modo da non eliminare accidentalmente nulla durante l'installazione del nuovo sistema operativo;
  • Backup di rete - archivia una copia dei tuoi dati su un altro computer della tua rete;
  • Backup su cloud -  anche se questa soluzione non viene vista benissimo dagli utenti. Ma può essere un metodo di backup adatto in alcuni casi. Ad esempio, potresti utilizzare un servizio di backup cloud come !OneDrive, Google Drive o Dropbox per sincronizzare periodicamente i tuoi dati nel tuo account cloud.
Naturalmente, siamo comprensivi del fatto che cambiare il sistema operativo su un proprio dispositivo non è il massimo del divertimento, ma con un briciolo di dedizione e con questo breve articolo speriamo di avervi fornito una buona panoramica sulle possibilità in gioco che sono presenti.
 
Fonte:
 

 

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2020.003

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 003/2020 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Arriva definitivamente L'End of Life per Ubuntu 19.04!
  • Ubuntu rimuove l'applicazione di Amazon dal proprio sistema
  • È in fase di sviluppo il nuovo tema per Ubuntu 20.04
  • Wine 5.0: ecco tutte le novità!
  • GParted si aggiorna alla versione 1.1
  • Intel tenterà di evitare la perdita di prestazioni dei suoi processori!
  • Mozilla Thunderbird 68.4.1, cosa c'è di nuovo!
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Arriva definitivamente L'End of Life per Ubuntu 19.04!

Categoria: 
Ubuntu 19.04 (Disco Dingo) ha raggiunto ufficialmente, dopo 9 mesi dal suo lancio, la fine del supporto il 23 gennaio 2020 - come già annunciato nell'articolo della newsletter 2020.001 - per questo consigliamo a tutti gli utenti di eseguire l'aggiornamento a Ubuntu 19.10 per beneficiare di correzioni di errori e aggiornamenti di sicurezza. La stessa Canonical in un avviso di sicurezza pubblicato questa settimana ha dichiarato:
 
“Ad oggi (23 gennaio 2020), Ubuntu 19.04 non è più supportato. Non saranno più accettati aggiornamenti del pacchetto 19.04 e sarà archiviato su old-releases.ubuntu.com nelle prossime settimane. Ubuntu 19.10 continua a essere attivamente supportato con gli aggiornamenti di sicurezza e correzioni di bug di grande impatto".
 
Naturalmente sono interessate, a tale aggiornamento, anche le varie derivate come Kubuntu, Xubuntu e Lubuntu. Per eseguire l'avanzamento è possibile prendere due strade, la prima consiste nell'andare in Software e Aggiornamenti → Aggiornamenti e attivare le notifiche per qualsiasi aggiornamento di versione superiore a quella in uso, oppure si può aprire il terminale e digitare il seguente comando:
 
sudo apt-get install update-manager-core
 
Successivamente occorre verificare che la configurazione del sistema operativo permetta l'aggiornamento verso release "normali", e non solo verso quelle a supporto esteso (LTS) e digitare - sempre all'interno del terminale - il comando seguente per apportare la modifica in automatico:
 
sudo sed -i -E 's/Prompt=(never|lts)/Prompt=normal/g' "/etc/update-manager/release-upgrades"
 
Arrivati a questo punto in realtà è possibile avanzare al passo successivo. Altrimenti in alternativa, se volete per comodità modificare il file di configurazione tramite un qualsiasi editor di testo (in questo caso si è utilizzato nano, quindi prima di procedere accertarsi di averlo già installato nel proprio sistema), si tenga aperto un terminale e digitare:
 
sudo nano /etc/update-manager/release-upgrades
 
e individuate la riga che inizia con Prompt= situato alla fine del file ed assicuratevi che sia presente la seguente dicitura Prompt=normal, nel caso vi fosse un valore diverso, modificatelo come appena scritto. Salvate il documento utilizzando la scorciatoia da tastiera Ctrl+O e quindi Invio per salvare, poi Ctrl+X per uscire. A questo punto impartite i seguenti comandi:
 
sudo apt-get update
sudo do-release-upgrade
 
L'operazione potrebbe durare alcune ore, questo dipenderà da diversi fattori come le prestazioni del laptop in uso, numeri e grandezza dei pacchetti che occorrerà installare, velocità della connessione a internet etc. Buon lavoro!
 
Fonte:

 

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2020.002

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 002/2020 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Canonical invita gli utenti che stanno per migrare da Windows 7 a utilizzare Ubuntu
  • KDE Plasma 5.18 LTS entra in fase beta, ecco tutte le novità!
  • Oracle rilascia VirtualBox 6.1.2 con supporto al kernel linux 5.5
  • È iniziata la spedizione degli smartphone PinePhone Linux
  • ProtonMail lancia un'alternativa a Google Calendar
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2020.001

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 001/2020 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Canonical rilascia importanti aggiornamenti per il kernel linux
  • Ubuntu 19.04 raggiungerà l'End of Life il 23 Gennaio 2020
  • Full Circle Magazine Issue #152 in inglese
  • Rilasciata l'ultima point release per KDE Plasma 5.17.5
  • Arriva Mozilla Firefox 72 per tutte le versioni di Ubuntu supportate
  • Thunderbird, Enigmail e OpenPGP
  • KDE Plasma è in procinto di lanciare un nuovo look e un nuovo menù
  • Linux Kernel 5.3 ha raggiunto l'End Of Life
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2019.042

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 042/2019 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Arrivano le immagini aggiornate di Ubuntu per le schede Raspberry PI
  • Canonical sarà lo sponsor principale del WSLConf
  • Sondaggio pre-release per Ubuntu 20.04 LTS
  • La newsletter va in vacanza
  • Mozilla Firefox 71 disponibile in tutti i repository
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Sondaggio pre-release per Ubuntu 20.04 LTS

Categoria: 

Come ben sappiamo, Canonical sta lavorando duramente alla nuova release LTS (Long Term support), dove garantirà 5 anni di aggiornamenti su desktop e ben 10 anni in ESM (Extended Security Maintenance). Già da qualche settimana infatti, sono disponibili le prime build giornaliere di Ubuntu 20.04, non ancora adatte ad un uso quotidiano in quanto possono essere presenti bug e pacchetti danneggiati (leggi anche il numero 2019.040 ). Nel mentre, Canonical ha creato un sondaggio della durata di una decina di minuti, per raccogliere quanti più feedback possibili da tutti gli utenti che utilizzano il sistema operativo Ubuntu sia su desktop, server che cloud. L'iniziativa principalmente, nasce con lo scopo di conoscere e capire i pensieri, le idee delle persone che fanno parte della comunità, se ci sono degli aspetti che piacciono di più rispetto ad altri o addirittura non piacciono, se occorre introdurre qualche nuova funzionalità di cui si ha bisogno per lavorare, per studiare per giocare e via dicendo. È rivolto anche a tutte le persone che non usano Ubuntu, per sapere il perché di questa scelta e cosa può portare in un cambiamento in futuro. Tutto questo permetterà agli sviluppatori durante il processo di sviluppo - visto che la data del rilascio è prevista per il 23 Aprile 2020 - di far fronte alle varie richieste raccolte attraverso i vari feedback, nei forum e nei vari thread in giro per internet e introdurle nel processo decisionale non solo di questa release, ma anche nelle versioni future. Lo sviluppo e il successo dipenderà solo ed esclusivamente dall'utente finale, cioè da te. Per fare questo, abbiamo bisogno del tuo coinvolgimento. Il sondaggio  sarà disponibile al seguente link sino al 10 gennaio, successivamente verrà chiuso e si analizzeranno i vari risultati per poi essere pubblicati affinché tutti possano vederli.

 

Fonte:

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2019.041

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 041/2019 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Canonical annuncia Ubuntu Pro per Amazon Web Services
  • Canonical rilascia importanti aggiornamenti di sicurezza per il Kernel Linux
  • Firefox 72 pronto per i primi test pubblici
  • Rilasciato Mozilla Thunderbird 68.3.0
  • Arrivata la prima point release del Kernel Linux 5.4
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2019.040

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 040/2019 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Trasformare il Raspberry Pi 4 in Edge Gateway con Ubuntu 19.10
  • Pronte le build giornaliere per Ubuntu 20.04 LTS
  • Ecco come eseguire Ubuntu Touch su Raspberry 3 Touchscreen da 7 pollici
  • Full Circle Magazine Issue #151 in inglese
  • Arriva KDE Plasma Mobile sui dispositivi PinePhone
  • Rilasciato il Kernel Linux 5.4
  • Nuovo sito Web RYF: ora è più semplice supportare le aziende che vendono dispositivi che rispettano la tua libertà
  • Il primo smartphone Linux che protegge completamente il tuo anonimato
  • Aggiornamenti di sicurezza
  • Bug riportati
  • Statistiche del gruppo sviluppo

 

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf. Se hai perso i numeri precedenti, puoi trovarli nell archivio! Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Pagine