News

Questa pagina contiene l'archivio delle principali notizie sul mondo di Ubuntu e sulle ultime iniziative della comunità italiana e internazionale. Abbonati al feed RSS.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2017.018

Categoria: 

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

È disponibile la newsletter N° 18/2017 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • In arrivo nuovi aggiornamenti per Kubuntu 16.04 LTS e 17.04
  • Il Consorzio GARR ha creato una rete cloud basata su Ubuntu
  • Cinnamon 3.4 rilasciato, ecco come installarlo su Ubuntu
  • Nasce il progetto Halium!
  • Debian stable: rilasciata la versione 8.8

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf da questa pagina.
Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2017.017

Categoria: 

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

È disponibile la newsletter N° 17/2017 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Canonical rilascia Snapcraft 2.29 per Ubuntu 16.04 LTS e 17.04
  • Upstart, CGManager e tutti i pacchetti interessati saranno rimossi da Ubuntu 17.10
  • Canonical e NetApp insieme per il cloud
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf da questa pagina.
Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2017.016

Categoria: 

NewsletterItaliana/Materiale/logo_new_newsletter.png

È disponibile la newsletter N° 16/2017 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Snap disponibili per Ubuntu 14.04
  • Trasformare GNOME nella shell di Unity
  • Full Circle Magazine Issue #120 in inglese
  • Krita 3.1.3 disponibile per il download
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf da questa pagina.
Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Comunicato stampa: Debian/Ubuntu Community Conference Italia 2017

Categoria: 

Villa Lattes - VicenzaLa DUCC-IT 2017 si terrà a Vicenza il 6 e 7 maggio prossimi. Ubuntu-it, la comunità italiana di Ubuntu, annuncia la Debian/Ubuntu Community Conference Italia 2017 (in breve DUCC-IT 2017), l'incontro delle comunità italiane di Debian e di Ubuntu in programma nei giorni 6 e 7 maggio 2017, presso Villa Lattes, in via Thaon di Ravel, Vicenza.

Debian e Ubuntu sono tra le distribuzioni più importanti nell’ambito dei sistemi operativi liberi basati su GNU/Linux, e le rispettive comunità sono molto attive nel promuovere e partecipare allo sviluppo dei due progetti. L’esperienza della DUCC-IT 2017, che fa seguito alle edizioni tenutesi a Perugia, Fermo, Cesena e Milano, è rivolta sia ai membri delle rispettive comunità che a tutti gli appassionati di GNU/Linux e del Software Libero ed è un’ottima occasione per avvicinarsi e conoscere meglio queste realtà e il Software Libero.

Il tema di DUCC-IT 2017 è “Open communities for a better world” (comunità aperte per un mondo migliore), a sottolineare il generoso contributo che le comunità hanno donato allo sviluppo e al supporto di GNU/Linux e del Software Libero in tutto il mondo, diventando anche una concreta possibilità occupazionale.

Il programma è particolarmente ricco di spunti, rappresentato dal meglio delle Comunità Debian e Ubuntu, ma anche delle comunità Mozilla Italia, LibreItalia, Wikimedia e OpenStreetMap, accumunate dal tema di quest’anno “Open communities for a better world” - comunità aperte per un mondo migliore. I talk saranno ben sedici, tenuti da quindici relatori provenienti da tutta Italia.

I talk in programma affronteranno tre filoni principali: utilizzo degli strumenti liberi, esperienze di software libero sul campo e come contribuire a progetti liberi. Il pubblico potrà interagire con i relatori, grazie a uno spazio apposito destinato all’approfondimento.

Tra i numerosi ospiti confermati dell’evento figurano: Marina Latini, Presidente di The Document Foundation che sovrintende lo sviluppo della suite per ufficio LibreOffice, Roberto Guido Presidente di Italian Linux Society che organizza il Linux Day, Marco Chemello “wikipediano in residenza” di BEIC (Biblioteca Europea di Informazione e Cultura), Paolo Dongilli, coordinatore del Progetto FUSS della Provincia di Bolzano, per l’adozione di Software Libero nella scuola pubblica.

Uno spazio sarà dedicato all’adozione di Zorin OS da parte del Comune di Vicenza, il sistema operativo basato su GNU/Linux che ha portato alla ribalta il comune Veneto tra i pionieri dell’innovazione nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

L’evento si tiene presso Villa Lattes, ospiti del Comune di Vicenza, che ha partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento.

L’accesso all’evento è libero e gratuito. Per chi arriva da fuori Vicenza, sul sito web dell’evento sono disponibili le informazioni su come arrivare in auto o con i mezzi pubblici. Per chi soggiorna a Vicenza, è stata stipulata una convenzione con l’Hotel Verdi.

Informazioni dettagliate e il programma completo della DUCC-IT sono disponibili sul sito web dell'evento.

Trasformare GNOME desktop nella shell di Unity

Categoria: 

Da quando è divenuta ufficiale la notizia che Ubuntu, a partire dalla versione 18.04 LTS, abbandonerà la shell di Unity per passare a GNOME come desktop predefinito, nella comunità si è mosso un vero e proprio fermento, in particolare di persone che non vogliono essere costrette a dover rinunciare al loro DE preferito. Sembrano lontani i tempi dei tanti detrattori di Unity e, ora che il progetto è stato ufficialmente abbandonato, se ne rimpiangono già le funzionalità uniche ed è palpabile in tutta la comunità l'amarezza per l'abbandono forzato.

 

In tutto questo panorama, tanti utenti hanno deciso di passare immediatamente al futuro desktop di default e di cercare di renderlo il più possibile simile al buon vecchio Unity. Uno dei punti di forza della shell di GNOME è dato dalle estreme possibilità di customizzazione che questo ambiente mette a disposizione dei suoi utenti, grazie a semplici estensioni è possibile mutare l'aspetto e i comportamenti di ogni singolo componente della sua interfaccia. Rendere GNOME simile a Unity è estremamente semplice dal punto di vista estetico, mentre sul lato delle funzionalità non tutte quelle fornite dall'HUD di Unity sono, al momento, replicabili sul desktop di GNOME.

 

Non esiste la Dash di Unity, anche se GNOME possiede un suo equivalente, non esiste il supporto al menu globale e la maggior parte delle applicazioni GNOME non utilizza i menu tradizionali delle applicazioni. Detto ciò, grazie ad alcune semplici estensioni di facile utilizzo e ad alcuni tweak, sarà immediato avere un ambiente desktop confortevole come quello originale di Unity. Il podcaster di Bad Voltage, Stuart Langridge ha postato ciò che ha fatto lui per trasformare la shell di GNOME in un'interfaccia del tutto simile a quella di Unity e il risultato ottenuto è davvero efficace.

 

Langridge è riuscito nell'intento attraverso alcune estensioni opensource: Dash to Dock, per avere una Dash sul lato destro dello schermo e con il pulsante del launcher nella parte superiore; Better Volume, per modificare il volume con il mouse sull'indicatore del pannello; Top Icons Plus, per spostare la tray in alto a destra nel pannello superiore. Langridge ha inoltre utilizzato gli stessi temi che già utilizzava su Unity: Arc Darker GTK e Papyrus Icons. Attraverso l'applicazione GNOME Tweak è inoltre possibile attivare tutti i controlli delle finestre e spostare i pulsanti sulla sinistra, come risulta essere nell'interfaccia di Unity.

 

Il risultato finale non è perfetto, ma è sicuramente decente e inoltre facilita il passaggio degli utenti Unity di vecchia data al nuovo desktop GNOME, che sarà di default su Ubuntu 18.04 LTS.

 

Fonte: omgubuntu.co.uk

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2017.015

Categoria: 

È disponibile la newsletter N° 15/2017 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Ubuntu 17.10 si chiamerà Artful Aardvark
  • La comunità UBports lavora per mantenere vivi Ubuntu Touch e Unity 8
  • Rock On: Deepin Music è ora disponibile come applicazione Snap su Ubuntu

Puoi leggere la newsletter in questa pagina, oppure scaricarla in formato pdf da questa pagina.
Per ricevere la newsletter ogni settimana nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla lista newsletter-italiana.

Newsletter Italiana #Ubuntu - 2017.014

Categoria: 

http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/Materiale?action=AttachFile&do=get&target=newsletter.png

È disponibile la newsletter N° 14/2017 della comunità di ubuntu-it. In questo numero:

  • Ubuntu 17.04 è finalmente disponibile per il download
  • Canonical smette di sviluppare Unity8. Ubuntu 18.04 avrà GNOME Desktop
  • Stipulata convenzione con l'Hotel Verdi per l'evento DUCC-IT 2017
  • Statistiche del gruppo sviluppo

Per visualizzare la newsletter online, consulta questa pagina.
È possibile scaricare la tua newsletter preferita in formato pdf da questa pagina.

Pubblicato il programma di DUCC-IT 2017 di Vicenza

Categoria: 

Riportiamo una notizia dal sito ufficiale di DUCC-IT.

E’ stato pubblicato il programma della Debian Ubuntu Community Conference 2017, che quest’anno si terrà sabato 6 e domenica 7 a Vicenza, presso Villa Lattes.

Il programma è particolarmente ricco di spunti, che rappresentano il meglio delle Comunità Debian e Ubuntu, ma anche delle comunità Mozilla Italia, LibreItalia, Wikimedia e OpenStreetMap, accumunate dal tema di quest’anno "Open communities for a better world" (comunità aperte per un mondo migliore). I talk saranno ben sedici tenuti da quattordici relatori provenienti da tutta Italia.

I talk affronteranno tre temi principali: utilizzo degli strumenti liberi, esperienze di software libero sul campo e come contribuire a progetti liberi. Tutti i talk saranno comunque accessibili al pubblico generico, che potrà interagire con i relatori, grazie a uno spazio apposito destinato all’approfondimento.

Per chi arriva da fuori Vicenza, sono disponibili le informazioni su come arrivare ed è stata stipulata una convenzione con l’Hotel Verdi, ma sono disponibili numerose sistemazioni accessibili a tutte le tasche. Vi aspettiamo!

L’accesso all’evento è libero e gratuito.

(l'immagine della Basilica Palladiana di Vicenza è tratta da Wikipedia)

Ubuntu 17.04 è finalmente disponibile per il download

Categoria: 

È arrivato. Canonical ha ufficialmente rilasciato Ubuntu 17.04 e il sistema è disponibile per il download assieme a tutte le derivate, tra queste il debutto della nuova Ubuntu Budgie. Questo non è un normale rilascio di Ubuntu, si tratta potenzialmente dell'ultima versione della distribuzione con Unity 7 come unico desktop di default. Non è una certezza, ovviamente, ma sappiamo che Ubuntu ha intenzione di passare a GNOME per il rilascio di Ubuntu 18.04 LTS, previsto per il prossimo anno, ed è possibile che gli sviluppatori favoriscano la transazione in parte già dalla 17.10.

 

Ubuntu 17.04 vede anche il termine dell'alfabeto per i nomi in codice, non sappiamo ancora se si ripartirà dalla lettera 'a' per portare avanti questa tradizione oppure se, anche sotto questo punto di vista, Ubuntu 17.04 segnerà la fine di un'epoca. Insomma, si tratta di un rilascio agrodolce per tutti gli appassionati di Ubuntu.

 

Sul lato tecnico, Ubuntu 17.04 non avrà più necessità di partizioni di swap della dimensione di almeno due volte quella della RAM. Non ha più molto senso su sistemi moderni dotati di molta memoria ed è per questo che verrà utilizzato un file di swap con una politica di dimensionamento completamente diversa. Ubuntu 17.04 include il kernel Linux 4.10, che è una grande notizia per tutti coloro che utilizzano CPU AMD Ryzen o sistemi Intel Kaby Lake. I giocatori invece apprezzeranno molto anche l'utilizzo di MESA 17.0.2 e del server X.Org 1.19.2 incluso per impostazione predefinita.

 

Sono inoltre state aggiornate quasi tutte le applicazioni di sistema ed è stata inclusa la versione 5.3 di LibreOffice, l'unica eccezione è il file manager Nautilus fermo alla 3.20 e Ubuntu Software alla 3.22, il resto è tutto adeguato al core recentissimo di GNOME 3.24.

 

I motivi per installare e provare Ubuntu 17.04 ci sono tutti, perciò che cosa state aspettando?

 

Fonte : omgubuntu.co.uk

Ubuntu 18.04 avrà GNOME Desktop di default

Categoria: 

Ubuntu 18.04 LTS, la prossima release con supporto a lungo termine del sistema operativo Ubuntu verrà rilasciata con l'ambiente desktop di GNOME al posto di Unity 7. Ubuntu 17.04 contiene già molti elementi dello stack di GNOME 3.24 e soltanto il file manager Nautilus rimane ancorato al branch 3.20 a causa delle incompatibilità con il desktop di Unity 7 della nuova versione.

 

Unity 8 e la visione di Ubuntu sulla convergenza dei sistemi operativi, non sono più il futuro del computing che Canonical e il fondatore di Ubuntu, Mark Shuttleworth, avevano immaginato e preventivato. "Ho sbagliato su entrambi i fronti", ha rivelato lo stesso Mark. "Nella comunità i nostri sforzi sono stati visti come frammentazione e non come innovazione."

 

 

 

Da'ora in avanti, Canonical concentrerà i propri sforzi sulle tecnologie cloud (OpenStack, LXD, kubernetes, Juju, MAAS, BootStack) e su IoT (Internet of Things), in modo da rendere Ubuntu Linux il sistema operativo più utilizzato sulle infrastrutture cloud sia private che pubbliche. La tecnologia Snappy proseguirà ad essere sviluppata, per via dell'elevata sicurezza che porta, del fatto di essere cross-distro e grazie al suo largo utilizzo nei dispositivi dell'IoT.

 

Fonte : news.softpedia.com

Pagine