News

Questa pagina contiene l'archivio delle principali notizie sul mondo di Ubuntu e sulle ultime iniziative della comunità italiana e internazionale. Abbonati al feed RSS.

Chiedi ha bisogno di te!

Categoria: 

Chiedi è un progetto completamente orientato verso la comunità. Per esempio è moderato dagli utenti con un alto livello di reputazione.
Ma non solo! Oltre ad avere una piattaforma open source, abbiamo pubblicato una guida su come scaricarne una copia in locale.

Infatti chiunque con un po' di conoscenze di Python/Django può iscriversi alla mailing list di sviluppo ed aiutarci a sistemare i problemi che appaiono o implementare nuove funzionalità.
Se volete contribuire sempre più cosa aspettate?
Venite a trovarci in mailing list o nel canale irc #ubuntu-it-web (contattate Gwaihir, pietro98-albini o WebbyIT).

Manutenzione tecnica dei portali di Ubuntu-it

Categoria: 

Per offrirvi un servizio sempre migliore, vi avvisiamo che alcuni portali della comunità saranno offline per manutenzione tecnica dei server.

La manutenzione durerà, salvo imprevisti, 20 minuti circa e sarà effettuata di notte e in giorni diversi per minimizzare il tempo in cui i portali saranno offline.

  • Il wiki sarà offline l'8 luglio alle ore 1:00 (ora italiana)

  • Il forum sarà offline il 9 luglio alle ore 1:00 (ora italiana)

  • Il sito web sarà offline il 10 luglio alle ore 1:00 (ora italiana)

Ci scusiamo per il disagio.

Apre un nuovo portale di supporto: Chiedi

Categoria: 

La Comunità Italiana di Ubuntu annuncia un nuovo portale che arricchisce l'offerta di supporto disponibile per gli utenti: "Chiedi"!

 

ChiediQuesto nuovo strumento, analogo all'internazionale "Ask Ubuntu", è uno spazio nel quale le persone possono porre domande e ricevere risposte, ma soprattutto dare risposte ad altri utenti. Si tratta di un canale di supporto molto importante e di grande utilità per tutti: la versione inglese ha avuto un grande successo e così ci auguriamo anche per quella italiana.

 

Tra le caratteristiche più importanti di questa piattaforma è presente una comoda funzionalità di ricerca, che permette di trovare la soluzione ai propri problemi nelle domande già poste da altri utenti; inoltre è possibile votare le risposte più utili, che saranno così maggiormente evidenziate.

 

Oltre naturalmente alla comunità ubuntu-it, saranno gli stessi utenti a diventare parte attiva e a gestire "Chiedi": i più attivi infatti guadagneranno dei punti reputazione che permettono loro di ottenere dei permessi di moderazione sulla piattaforma. E non manca la parte ludica: ponendo domande interessanti e offrendo risposte utili si ottengono dei badge di bronzo, d'argento o d'oro.

 

Lunedì 1 Luglio alle ore 21:30 il Gruppo Ask, responsabile del progetto, presenterà il portale in diretta streaming. Sarà predisposta anche una chat IRC tramite la quale sarà possibile chiedere spiegazioni aggiuntive e interagire con il gruppo. Streaming e chat saranno disponibili nella pagina "Iniziamo a chiedere" su questo sito.

Canonical annuncia la collaborazione con importanti operatori telefonici per Ubuntu Touch

Categoria: 

Con un comunicato stampa diramato il 18 Giugno, Canonical ha annunciato i fondatori del CAG (Carrier Advisory Group), un forum dove i membri (operatori telefonici) riceveranno informazioni in anteprima su Ubuntu e sulle aziende che produrranno i dispositivi, per accertarsi che soddisfino le loro esigenze. Inoltre i membri saranno partner di lancio.

I membri discuteranno della strategia di prodotto di Ubuntu Touch, la nuova versione di Ubuntu per dispositivi smartphone e tablet, e potranno influenzare la tabella di marcia dello stesso.

Il CAG è presieduto da una persona indipendente da Canonical: David Wood, con 25 anni di esperienza nel settore mobile.
Attualmente David Wood è presidente del gruppo London Futurists, e ha fatto parte del consiglio di amministrazione di Symbian (sistema operativo utilizzato dai vecchi cellulari Nokia) e della Open Mobile Alliance.

Tra i membri fondatori, tutti operatori telefonici molto importanti, spicca Telecom Italia, il più grande operatore telefonico italiano. Sono presenti compagnie nazionali come: Deutsche Telekom (Germania), Korea Telecom (Corea del sud) e Portugal Telecom (Portogallo). Inoltre sono presenti anche altre compagnie private: la britannica Everything Everywhere e le coreane LG UPlus e SK Telecom.

Con l'occasione è stato annunciato il metodo di rilascio di dispositivi con Ubuntu Touch nei mercati locali: inizialmente potranno lanciarli due membri del CAG, sei mesi dopo gli altri membri del CAG. Tutti gli altri operatori dovranno attendere ancora di più di poter lanciare dispositivi con Ubuntu Touch.

Questa notizia fa salire ulteriormente l'attesa per il rilascio ufficiale di Ubuntu Touch, la cui prima versione stabile è attesa per fine 2013.

Fonte

Come creare una macchina virtuale con VirtualBox

Categoria: 

Il Gruppo Promozione di ubuntu-it ha appena pubblicato un nuovo screencast intitolato “Come creare una macchina virtuale con VirtualBox”.

 

 

 

Nel video viene illustrato come configurare al meglio VirtualBox, un noto programma che attraverso un processo di virtualizzazione permette di emulare il comportamento di una macchina fisica, nella quale è possibile eseguire un secondo sistema operativo virtuale sul proprio PC.

 

Per ulteriori informazioni su come contribuire al progetto per la creazione degli screencast, consultare la pagina wiki disponibile qui.

 

Cordoglio per la scomparsa di Alvaro Gasparini

Categoria: 

La Comunità Italiana di Ubuntu si stringe attorno al nostro carissimo amico Andrea Gasparini nel dolore per la scomparsa del padre Alvaro, venuto a mancare oggi durante la notte. Ad Andrea, a sua madre e alla sua famiglia vanno i sensi più profondi del cordoglio della Redazione della Newsletter e della Comunità ubuntu-it tutta.

Ubuntu-it apre il proprio gruppo su Facebook!

Categoria: 

 

Ubuntu-it apre un proprio gruppo ufficiale su Facebook, completando la presenza sul più famoso social network, dove era già presente con una pagina ufficiale

 

In questo modo, ubuntu-it vuole offrire a tutti un ulteriore servizio di supporto e indirizzo per tutte le persone che si avvicinano a Ubuntu per la prima volta, o che vogliono raccontare la propria esperienza con la distribuzione Linux più diffusa in ambito desktop. Aderendo al gruppo Facebook di ubuntu-it è possibile segnalare problemi, inserire le foto del proprio desktop, richiedere aiuto, raccontare la propria esperienza con Ubuntu, o con le derivate ufficiali e non-ufficiali.

Ricordiamo che ubuntu-it è presente anche su Google+ con una pagina e una community, e su Twitter con un proprio account.

Vi aspettiamo numerosi!

https://facebook.com/groups/ubuntu.it

Grande successo per la DUCC-IT di Fermo

Categoria: 

Grande successo ha riscosso la DUCC-IT (Debian/Ubuntu Community Conference Italia) svoltasi a Fermo il 1 e 2 Giugno 2013.

È stato un successo di pubblico, che ha riempito la prestigiosa Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori a Fermo, dove si sono tenuti gli incontri dei relatori invitati dalle Comunità Debian e Ubuntu. Ma è stato un successo di pubblico anche la trasmissione dell'evento in diretta streaming, tanto che nei momenti di picco il numero delle persone collegate su Internet ha superato quello della pur gremita sala di Fermo. La copertura dell'evento è stata poi completata sui social network come Twitter e Google Plus, grazie agli aggiornamenti in tempo reale inseriti da molti dei partecipanti.

 

Palazzo dei Priori, Fermo

 

Particolarmente apprezzati dal pubblico sono stati gli interventi degli ospiti invitati dalle Comunità. Ermanno Maria Egidi di Wikimedia ha parlato dell'evoluzione di Wikipedia, l'enciclopedia libera e collaborativa, attualmente il quinto sito più visitato al mondo, che conta 285 traduzioni, più di 37 milioni di voci e 40 milioni di utenti. Wikipedia è stata dapprima snobbata dalle enciclopedie tradizionali, poi le ha rese antiquate.

A seguire l'intervento del Prof. Renzo Davoli, che ha parlato dell'esperienza del "Non-corso gratuito di elettronica libera" tenuto a Bologna in collaborazione con ofPCina, e del Raspberry PI, il piccolo computer creato da ricercatoti di Oxford per l'educazione all'informatica. Renzo Davoli ha sottolineato come si sia passati dal Medioevo al Rinascimento grazie all'invenzione della stampa da parte di Gutenberg, che ha reso disponibile universale e accessibile a tutti la conoscenza. Gli attuali strumenti disponibili a costi bassissimi rendono possibile un "secondo Rinascimento", in cui sarà importante sapere come fare le cose.

 

Il meritato pranzo

 

Molto apprezzato dai presenti anche l'intervento di Maurizio Napolitano, Presidente di Italian Linux Society e membro della comunità di Open Stret Map, il progetto collaborativo per la creazione di mappe del mondo a contenuto libero. Maurizio Napolitano ha ripercorso le tappe della crescita vertiginosa di Open Street Map, dalla fondazione nel 2004 ai giorni nostri, in cui conta più di 1 milione di utenti registrati, di cui più di 12.500 in Italia, il sesto Paese al mondo per numero di contenuti. I dati di Open Stret Map possono essere liberamente utilizzati da chiunque, anche per scopi commerciali, facendo così nascere a loro volta una serie di iniziative sia commerciali che no-profit.

Italo Vignoli di The Document Foundation ha ripercorso la storia della più conosciuta e utilizzata suite per l'ufficio libera, dagli albori di quando ancora era un prodotto proprietario denominato StarOffice, all'apertura del codice sorgente avvenuta con il passaggio a OpenOffice e finendo con l'attuale storia di successo di LibreOffice.

 

Il pubblico di sabato pomeriggio

 

Gli altri incontri della giornata sono stati tenuti dai membri delle comunità Debian e ubuntu-it. Enrico Zini, Debian Developer, ha spiegato come contribuire a Debian. Marco Buono e Dario Cavedon hanno illustrato la presenza di ubuntu-it sui Social Media. Mattia Migliorini ha raccontato il percorso seguito per il rilancio dell'Ufficio Stampa di ubuntu-it. Riccardo Padovani ha parlato del nuovo servizio della comunità ubuntu-it, "Chiedi", presto disponibile per tutti. Pietro Albini ha parlato degli sviluppi in programma per il sito web di ubuntu-it.

La manifestazione si è conclusa la domenica mattina, con una serie di interventi tenuti nei locali del Caffé Letterario. Andrea Colangelo ha parlato dell'ipotesi di spostare le risorse di ubuntu-it su server propri, in collaborazione con AsSoLi. Monia Spinelli e Anne Ghisla hanno commentato la situazione delle donne nel mondo dell'open source e guidato la discussione su come si potrebbe incrementarne la presenza. Italo Vignoli ha tenuto un incontro su come migliorare la comunicazione e il marketing dell'open source.

 

Foto di Marco Alici

Rilasciato un nuovo portale dedicato alla comunità

Categoria: 

Il team Web di Canonical ha annunciato il rilascio al pubblico del nuovo portale web dedicato comunità.
Frutto di una collaborazione tra Canonical e la comunità internazionale, esso fornisce ai nuovi arrivati tutte le informazioni necessarie per iniziare a contribuire, oltre alle risorse necessarie a chi già collabora.

Poco tempo fa era stato presentato il nuovo stile di ubuntu.com, nella cui testata era stato rimosso il collegamento alla sezione "Community" del sito stesso, spostandolo a fondo pagina.
Dopo questa mossa molti contributori hanno protestato poiché avevano inteso che Canonical vollesse in qualche modo "nascondere" o mettere in secondo piano il contributo della comunità. Era invece già da tempo in lavorazione un nuovo intero portale dedicato alla comunità.

Oltre a questo è stato aggiunto al sito internazionale il nuovo menù di navigazione comune che contiene i link ai vari portali, in cui il sito dedicato alla comunità è proprio accanto al sito principale.

Consigliamo a tutti quelli che masticano un po' di inglese di visitarlo, fornisce tantissime informazioni utili.

Il sito è raggiungibile all'indirizzo community.ubuntu.com.

Fonte

LibreUmbria tra le 10 migliori storie di qualità a ForumPA

Categoria: 

 

Giovedì 30 maggio alle ore 14 presso il Palazzo dei Congressi a Roma, nell’ambito di ForumPA, LibreUmbria sarà premiata come una delle 10 migliori storie di qualità associate a progetti, idee e iniziative, che hanno contribuito a migliorare la complessa e strutturata macchina dei servizi pubblici.

Ricordiamo che LibreUmbria, è un progetto senza scopo di lucro per avviare, facilitare e supportare la migrazione di molti uffici della P.A. alla suite per ufficio LibreOffice. Tutta la documentazione a riguardo la si può trovare nel loro blog.

Nel sito ufficiale si legge:

LibreUmbria ha partecipato alla call raccontando la propria storia, il successo della prima esperienza pilota attivata presso la Provincia di Perugia, descrivendo l’approccio innovativo usato per la comunicazione del progetto, la formazione dei dipendenti, la trasparenza della documentazione prodotta pubblicata con licenza creative commons.

LibreUmbria si presenta a ForumPA come storia di migrazione possibile a software open source.

LibreUmbria vuole essere un esempio di come è possibile in Pubblica Amministrazione portare innovazione di processo che non solo fa risparmiare risorse ma migliora la costruzione dei documenti e del flusso di dati.

LibreUmbria vuole essere la rappresentazione dello slogan di #umbriadigitale: ”Fare bene, condividere, comunicare”

Complimenti vivissimi per questo favoloso progetto.

 

Fonte

Pagine