News

Questa pagina contiene l'archivio delle principali notizie sul mondo di Ubuntu e sulle ultime iniziative della comunità italiana e internazionale. Abbonati al feed RSS.

Rilasciata la versione Beta finale di Ubuntu 17.04 (Zesty Zapus)

Categoria: 

Il team di Ubuntu è lieto di annunciare la versione Beta finale di Ubuntu 17.04, disponibile nelle alternative Desktop, Server e Cloud.

 

Ubuntu 17.04, nome in codice "Zesty Zapus", continua l'orgogliosa tradizione di Ubuntu integrando le migliori e più recenti tecnologie Open Source in una moderna distribuzione Linux di alta qualità e facile da usare. Il team di sviluppo ha svolto un lavoro enorme per questo ciclo di rilascio, introducendo numerose nuove funzionalità e correggendo un numero elevato di bug.

 

Questa versione Beta include le immagini classiche come Ubuntu Desktop, Server e Cloud, ma anche le derivate Kubuntu, Lubuntu, UbuntuGNOME, UbuntuKylin, Ubuntu MATE, Ubuntu Studio e Xubuntu. Il team di Ubuntu è anche molto soddisfatto di poter accogliere, per questa release, Ubuntu Budgie nella famiglia delle derivate ufficiali di Ubuntu.

 

Le immagini Beta sono ragionevolmente prive di bug critici o di installazione e, pur non essendo immagini definitive e stabili, rappresentano ciò che più si avvicina alla versione finale di Ubuntu 17.04 che verrà rilasciata ufficialmente il 13 Aprile 2017.

Fonte: ubuntu-announce

La DUCC-IT, Debian/Ubuntu Community Conference - Italia 2017 si terrà a Vicenza

Categoria: 

La Debian/Ubuntu Community Conference Italia 2017 (in breve DUCC-IT 2017) è la quinta edizione dell'evento annuale che riunisce le comunità italiane di Debian e Ubuntu ma anche, e soprattutto, tutte le realtà italiane attive nel Software Libero, allo scopo di scambiare conoscenze, discutere della situazione attuale e conoscere altri sviluppatori e membri della comunità. DUCC-IT 2017, ovvero Debian/Ubuntu Community Conference - Italia 2017, si terrà a Vicenza nelle giornate di Sabato 6 e Domenica 7 Maggio 2017.

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti: membri delle comunità, utenti, appassionati e anche semplici curiosi che vogliono capire di più di come funzionano le comunità libere di Debian e Ubuntu.

La Call for Paper , ovvero l'invito a divenire relatori per la DUCC-IT 2017, è aperta sin d'ora e gli aspiranti oratori possono già iscrivere il loro talk nell'apposita pagina sul wiki. Il formato dell'evento sarà grossomodo analogo a quello degli altri anni: mattinate destinate alle discussioni interne delle comunità (ma comunque aperte al pubblico), sabato pomeriggio dedicato ai talk tecnici e divulgativi orientati al grande pubblico.

La chiusura della Call for Paper è prevista per Venerdì 7 Aprile e il programma definitivo sarà pubblicato Lunedì 10 Aprile.

Fonte: mail.gna.org

Rivelata la grafica della nuova mascotte ufficiale di Ubuntu 17.04

Categoria: 

A circa un mese di distanza dal rilascio della nuova versione stabile del proprio sistema operativo, Canonical ha svelato l'artwork ufficiale della mascotte per Ubuntu 17.04 (Zesty Zapus). In linea con le precedenti mascotte di Ubuntu, la nuova veste grafica di Zesty Zapus assomiglia a un topolino di carta ripiegata, una figura molto simile a quelle utilizzate per gli origami.

 

 

Creata dal team di progettazione di Canonical, la nuova grafica ufficiale apparirà sui prodotti e sulla documentazione, ma anche su tutto il merchandising collegato, come t-shirt ufficiali, badge e banner per gli eventi. Il logo, che è stato rivelato in un commit per Ubiquity installer package in Ubuntu 17.04, farà la sua apparizione anche nello slideshow di benvenuto che viene presentato a ogni nuova installazione di Ubuntu.

Fonte: omgubuntu.co.uk

Canonical introduce Ubuntu 12.04 ESM (Extended Security Maintenance)

Categoria: 

Canonical ha annunciato la versione Ubuntu 12.04 LTS (Precise Pangolin) quasi 5 anni fa, il 26 aprile 2012. Come per tutti i rilasci LTS, Canonical ha fornito patch di sicurezza e correzioni di bug per un periodo di 5 anni. Il periodo di supporto LTS (Long Term Support) di Ubuntu 12.04 si concluderà Venerdì 28 Aprile 2017.

 

In seguito all'arrivo della scadenza di Ubuntu 12.04 LTS, Canonical sta offrendo Ubuntu 12.04 ESM (Extended Security Maintenance), che fornisce importanti aggiornamenti di sicurezza per il kernel e per i pacchetti essenziali in Ubuntu 12.04. Questi aggiornamenti vengono forniti in un archivio privato e sicuro disponibile esclusivamente per i clienti Ubuntu Advantage.

 

Tutti gli utenti di Ubuntu 12.04 LTS sono incoraggiati ad aggiornare a Ubuntu 14.04 LTS o a Ubuntu 16.04 LTS. Per coloro che non possono aggiornare immediatamente, Ubuntu 12.04 ESM (Extended Security Maintenance) può contribuire a garantire la sicurezza e l'integrità dei sistemi con Ubuntu 12.04 in uso.

 

Gli utenti interessati a Ubuntu 12.04 ESM (Extended Security Maintenance) possono acquistarlo dal negozio online Ubuntu Advantage. Le credenziali per l'archivio privato saranno disponibili entro la data del termine del ciclo di vita di Ubuntu 12.04 LTS, cioè il 28 Aprile 2017.

Fonte: insights.ubuntu.com

Documentazione Wiki: Gennaio e Febbraio 2017

Categoria: 

GruppoDocumentazione/Blog/news_wiki04.png
Foto originale: Haukland Beach view by Michele Agostini

Ecco le novità introdotte nella documentazione della comunità italiana durante i mesi di gennaio e febbraio.

Aggiornamenti e novità

  • Scopri Ubuntu: rielaborata la guida introduttiva a Ubuntu per utenti non esperti.

  • Componenti di Unity: elenco delle componenti dell'ambiente Unity come lens, scope, indicatori, ecc.

  • Terminale: aggiornamento della pagina dedicata all'utilizzo della shell a riga di comando di Ubuntu.

  • Hardware obsoleto: nuova guida che elenca informazioni per installare e utilizzare Ubuntu (o altri sistemi GNU-Linux) su vecchi computer o PC poco potenti, pensata appositamente per venire incontro ad una delle richieste più frequenti dei nuovi utenti.

  • Installazione di Unity: revisione della guida all'installazione di Unity, in versione completa o minimale.

  • Permessi dei file: guida all'utilizzo e alla modifica dei permessi dei file in Ubuntu.

  • Amdgpu: funzionalità del driver open source per schede grafiche AMD di ultima generazione.

  • Avvio Supporto di Installazione: avviare l'installazione di Ubuntu da CD/DVD o chiavetta USB.

  • Installare programmi senza connessione: revisione della guida per installare pacchetti in situazioni di emergenza, senza disporre di una connessione a Internet.

  • Conky: revisione della guida dedicata a questo programma molto amato dagli utenti, che permette di visualizzare direttamente sulla propria Scrivania molte informazioni sul sistema in tempo reale.

  • Webapp: guida alle applicazioni in grado di accedere a diversi servizi web come Amazon, Launchpad, Facebook e YouTube. Fra le webapp disponibili ricordiamo anche quella in grado di accedere alla documentazione wiki di Ubuntu-it (creata orgogliosamente "in casa" da un membro del nostro staff!), la cui guida all'installazione è disponibile in questa pagina.

  • Wine: aggiornamento della pagina del noto software che permette l'utilizzo su Ubuntu di molti programmi per Windows.

  • Rhythmbox: guida all'utilizzo del lettore musicale dell'ambiente GNOME.

  • Chromecast: guida all'utilizzo del media center.

  • Gambas: aggiornamento della guida alla versione "3" di Gambas.

  • Python: aggiornata la pagina alla versione "3" del celebre linguaggio di programmazione.

  • Wvdial: strumento a linea di comando per la gestione delle connessioni tramite modem analogico, telefono cellulare o Internet key.

  • Server/Dlna: guida ai server multimediali disponibili per Ubuntu, come Bubbleupnp, Minidlna, Mediatomb, Plex e Serviio.

  • Osmo: semplice e pratico personal organizer per organizzare le proprie attività.

  • Ndiswrapper: aggiornamento della guida dedicata a questo strumento, che permette di utilizzare su Ubuntu periferiche wireless prive di driver Linux tramite quelli per Windows.

  • MongoDB: nuova guida all'installazione e all'utilizzo di MongoDB Community Edition, database non relazionale open source.

Per maggiori informazioni, consulta le pagine sul lavoro svolto di gennaio e febbraio.

 

A cura del Gruppo Doc
Vuoi contribuire al Wiki? Comincia subito!

Ubuntu 17.04 sarà basato su GNOME 3.24

Categoria: 

Grazie al rilascio previsto per Marzo di GNOME 3.24, dopo molto tempo, la nuova versione di Ubuntu verrà fornita con l'ultima release stabile di GNOME. Ovviamente Ubuntu 17.04 utilizzerà il desktop Unity, ma questo sarà improntato sopra a tutto lo stack GNOME più recente. Per contro, Ubuntu GNOME 17.04 già dalla prossima beta sarà caratterizzato da GNOME 3.24 Beta 1 e utilizzerà di default tutte le prerogative della shell desktop di GNOME.

 

Grazie alla recente introduzione della cadenza del rilascio stabile sul lungo periodo impostata dal team GTK+, Ubuntu è in grado di effettuare rilasci con l'ultima versione stabile di GNOME. Va fatto notare che non tutte le applicazioni di GNOME 3.24 saranno rese disponibili nel prossimo rilascio di Ubuntu. Molte applicazioni saranno in versione 3.24, come GNOME Calendar, Totem o Disks. Altre saranno basate su versioni precedenti perché non vi sono aggiornamenti recenti disponibili, vedi a esempio GNOME Weather. Infine, alcune app, come il gestore di file Nautilus, saranno in versioni speciali modificate dagli sviluppatori Ubuntu.

 

GNOME Software (aka Ubuntu Software) in Ubuntu 17.04 sarà in versione 3.22 e includerà il supporto ai riferimenti e ai repository Flatpak, oltre che agli URL di Snap. GNOME 3.24 include anche alcune funzionalità molto interessanti per gli utenti che utilizzano la shell GNOME, su tutte la nuova gestione automatica della luminosità integrata in GNOME. Questa funzione regola automaticamente la temperatura del colore e la luminosità dello schermo a seconda del momento della giornata, per contribuire a ridurre l'affaticamento degli occhi e a favorire i cicli di sonno naturale.

Fonte: omgubuntu.co.uk

Rilasciato Ubuntu 16.04.2 LTS

Categoria: 

Ubuntu 16.04.2 LTS Xenial Xerus

Canonical e la comunità continuano la nobile tradizione di aggiornare le versioni Long Term Support (note ai più come LTS) con dei rilasci intermedi. Le versioni LTS sono supportate per 5 lunghi anni, quindi gli sviluppatori hanno ben pensato di aggiornare le immagini iso del sistema operativo non solamente con software freschi e aggiornati, ma anche ampliando il supporto hardware della distribuzione. Dopo un periodo di test e verifica delle nuove immagini, la seconda Point Release di Ubuntu 16.04 LTS è finalmente disponibile per il download. Essa contiene tutti gli aggiornamenti rilasciati per Ubuntu 16.04 LTS fino al 16 febbraio 2017, oltre ad un nuovo HWE stack derivato da Ubuntu 16.10.

 

Tale HWE stack Yakkety porta la LTS al kernel Linux 4.8 e aggiorna Xorg e le sue componenti con le versioni dei driver open source presenti in Ubuntu 16.10. Da notare che il nuovo HWE stack Yakkety sarà disponibile solamente installando Ubuntu 16.04.2 LTS, oppure seguendo la procedura indicata in questa pagina. Al contrario, coloro che già utilizzavano Ubuntu 16.04 LTS in precedenza, non riceveranno alcun aggiornamento automatico al nuovo HWE stack; solamente gli aggiornamenti del sistema operativo saranno forniti tramite lo strumento Aggiornamenti software.

 

A partire da Ubuntu 16.04.2 cambia anche la modalità con cui saranno forniti gli HWE stack futuri: chi decide di installare Ubuntu 16.04.2 LTS (con lo HWE stack Yakkety) riceverà automaticamente tramite aggiornamento i futuri HWE stack, ogni volta che questi saranno resi disponibili, fino all'ultimo HWE stack derivato da Ubuntu 18.04 LTS. Coloro che invece resteranno con la versione originale di Ubuntu 16.04 LTS (ovvero, con kernel Linux 4.4), manterranno tale "stack" originale per tutto il periodo di supporto della distribuzione.
Per informazioni più dettagliate sul funzionamento e sul periodo di supporto delle Point Release, puoi consultare la pagina Rilasci/PointRelease.
Puoi scaricare la nuova Point Release di Ubuntu o di una sua derivata dal sito di Ubuntu-it, oppure dalla pagina XenialXerusTorrent.

 

Fonte: lists.ubuntu.com

Le applicazioni KDE arrivano in Ubuntu Snap Store

Categoria: 

KDE sposa sempre più il formato di distribuzione pacchetti snap e rende disponibili alcune delle sue applicazioni sullo store ufficiale Ubuntu Snap Store.

 

Per utilizzare le applicazioni KDE che sono state distribuite come snap è necessario installare manualmente lo snap kde-frameworks-5. Una volta eseguita questa operazione, sarà possibile installare le applicazioni KDE attraverso le procedure standard previste per l'installazione dei pacchetti snap.

 

KDE Snap Framework

Attualmente sono disponibili le seguenti applicazioni:

  • ktuberling - Il più bel gioco di sempre!

  • kbruch - Per studiare e imparare le frazioni

  • katomic - Divertimento e cultura tutto in uno

  • kblocks - Un gioco simile a Tetris

  • kmplot - Per tracciare funzioni matematiche

  • kgeography - Un'applicazione l'apprendimento della geografia

  • kollision - Un divertente e semplice gioco di biglie

  • kruler - Un utile righello per misurare la distanza dei pixel sullo schermo

 

 

Ubuntu Software Center dalla versione 16.04 viene fornito con integrato il pieno supporto al sistema di pacchettizzazione snap, dunque sarà sufficiente cercare semplicemente l'applicazione e selezionare la versione snap per portarne a termine l'installazione.

 

Per utilizzare invece la riga di comando del terminale, è possibile installare lo snap kde-frameworks-5 tramite:

 

sudo snap install kde-frameworks-5

 

E le applicazioni tramite lo stesso comando seguito dal nome della applicazione, a esempio:

 

sudo snap install kblocks

 

Fonte: apachelog.wordpress.com

Sostenibilità e open source si incontrano. È in arrivo Ubuntu su Fairphone 2

Categoria: 

La comunità UBports ha come missione di portare Ubuntu sul maggior numero di smartphone possibile e, grazie all'incredibile lavoro di sviluppo collaborativo svolto, sarà in grado di mostrare Ubuntu su Fairphone 2 al prossimo Mobile World Congress a Barcellona. Si tratta dunque di una combinazione molto speciale, non a caso la comunità UBports ha molta simpatia per questo telefono, e renderà possibile l'incontro tra il mondo della sostenibilità e quello dell'open source.

 

Fairphone è un prodotto etico, modulare e può essere riparato facilmente. L'idea di base dietro a questo telefono è quella di creare uno strumento in grado di impattare positivamente sulla catena del valore dell'elettronica. Uno stop all'obsolescenza programmata dei dispositivi e un prodotto in grado di avere una maggior durata di vita rispetto ai concorrenti presenti sul mercato.

In quest'ottica, Fairphone sposa perfettamente Ubuntu, il sistema operativo open source per dispositivi mobili alternativo ad Android e più votato alla sicurezza garantita per i suoi utenti.

 

Al più grande evento mobile del mondo, il Mobile World Congress di Barcellona, si potrà ammirare dal vivo come Fairphone 2 e Ubuntu si completano a vicenda in favore di una esperienza migliorata per l'utente finale. Con questa combinazione, lo smartphone diventa un dispositivo in cui l'utente ha il controllo completo sui propri dati e, al tempo stesso, può contribuire a favorire un mondo migliore.

 

L'adozione di un sistema libero e open source è in linea con l'obiettivo di Fairphone di dare alle persone più proprietà sul loro smartphone, in modo tale che possano aprirlo, ripararlo e conservarlo più a lungo, sia a livello hardware che, grazie a Ubuntu, software.

 

Fonte: insights.ubuntu.com

Rilasciato OTA-15, l'aggiornamento per telefoni e tablet con cuore Ubuntu

Categoria: 

Come già annunciato a fine gennaio, è stato rilasciato l'aggiornamento OTA-15 per tutti gli smartphone e i tablet con sistema operativo Ubuntu. Diversamente dagli aggiornamenti precedenti, sono state introdotte solamente correzioni di problemi noti, tra le quali:

  • aggiornamento di oxide-qt alla versione 1.19.7;

  • correzioni di diversi errori che impedivano l'accesso ad alcune pagine https;
  • corretto l'orientamento della fotocamera sullo smartphone BQ E5;

  • corretta la sospensione del tablet durante la riproduzione di video o musica nel browser web.

 

Attualmente lo sviluppo di Ubuntu è orientato verso la creazione di Ubuntu Personal, la futura versione basata su pacchetti snap. Poiché Ubuntu "Touch" è ancora basato sui pacchetti click, è molto probabile che anche i futuri OTA saranno incentrati unicamente sulla correzione di bug critici, senza introdurre nuove funzionalità.

 

Fonte: wiki.ubuntu.com
Fonte: lists.launchpad.net

Pagine